SERGIO LO GATTO

Sergio Lo Gatto è giornalista, critico teatrale, ricercatore e traduttore. Ha concluso un dottorato di ricerca tra metodologie della critica e filosofie del digitale all’Università Sapienza di Roma, dove collabora con le cattedre di Teatro Contemporaneo ed Estetica e Politica della Performance e conduce un laboratorio permanente di visione, scrittura critica e giornalismo teatrale.

Giornalismo, critica, ricerca
Si occupa di arti performative su Teatro e Critica e collabora con il settimanale Left. Ha fatto parte della redazione del mensile Quaderni del Teatro di Roma, ha scritto per Il Fatto Quotidiano, Pubblico Giornale, Doppiozero, Alfabeta2. Ha collaborato con Hystrio (IT), Critical Stages (Internazionale), Tanz (DE), collabora con Plays International & Europe (UK) e Exeunt Magazine (UK). Ha partecipato a diversi progetti europei di networking e mobilità sulla critica delle arti performative, è co-fondatore del progetto transnazionale di scrittura collettiva WritingShop (Italia, Norvegia, Regno Unito, Svezia). Ha partecipato al progetto triennale Conflict Zones promosso dall’Union des Théâtres de l’Europe, dove cura la rivista online Conflict Zones Reviews. Oltre a diversi saggi e articoli accademici, tra le pubblicazioni, ha curato con Matteo Antonaci Iperscene 3, Editoria&Spettacolo 2017, con Graziano Graziani il volume La scena contemporanea a Roma (Provincia di Roma, 2013).

Formazione
Collabora con il Teatro di Roma nella formazione alla cultura teatrale nelle scuole e nei progetti culturali e internazionali. Insegna al Master di Critica Giornalistica dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma. Con Teatro e Critica LAB e in maniera indipendente ha svolto, in Italia e all’estero, diversi laboratori di visione, scrittura critica, redazione giornalistica ed elaborazione mnemonica e interpretativa dei linguaggi delle arti sceniche contemporanee.