Frosini/Timpano

tra i più apprezzati drammaturghi italiani contemporanei, attori e registi, lavorano da sempre sul presente e sul rapporto con la Storia, attraverso un lavoro che porta sul palcoscenico le decostruzioni delle narrazioni della Storia, le derive antropologiche della società ed un vasto materiale che dialoga con la vita, l’immaginario e la coscienza contemporanei.
Elvira Frosini e Daniele Timpano sono autori, attori, registi.
Tra i loro spettacoli ricordiamo: Dux in scatola (2006), Reperto#01(2006), Ecce robot! (2007), Sì l’ammore no (2009), Risorgimento pop (scritto con Marco Andreoli, del 2009), Ciao bella (2010), Digerseltz (2012), Aldo morto – tragedia (2012), Zombitudine (2013), Alla città morta (2014), Carne (2016), Acqua di colonia (2016), Gli sposi – romanian tragedy (2018).
Con i loro lavori sono stati pubblicati da vari editori e finalisti e vincitori di numerosi premi: Dux in scatola è stato finalista ai Premi Scenario e Vertigine, pubblicato da Coniglio nel 2006 e da Hystrio  nel 2008, e con Risorgimento Pop (scritto e diretto con Marco Andreoli) sono stati tradotti e presentati a Parigi per Face à Face. Reperto#01 è stato finalista al Premio VDA nel 2006, e Sì l’ammore no finalista al Premio Dante Cappelletti/Tuttoteatro.com nel 2009. Dux in scatola, Risorgimento Pop e Aldo morto compongono una trilogia edita da Titivillus nel 2012 con il titolo Storia cadaverica d’Italia. Lo spettacolo Aldo morto è stato candidato al Premio Ubu nel 2012 come migliore novità drammaturgica, ha vinto il Premio Rete Critica 2012 ed il premio NICO GARRONE 2013 per il progetto speciale “Aldo morto 54”. Acqua di colonia è stato pubblicato nel 2016 da Cue Press. Lo spettacolo Acqua di colonia è finalista al Premio Ubu 2017 come migliore nuovo testo italiano ed è stato selezionato da Eurodram 2018. Nel 2019 sono finalisti al Premio Riccione con il loro nuovo testo.
Aldo morto 54 (progetto realizzato con il Teatro dell’Orologio di Roma e Fondazione Romaeuropa: 54 giorni di repliche dello spettacolo Aldo morto e 54 giorni di autoreclusione di Daniele Timpano in streaming in una cella ricostruita appositamente in teatro)  ha vinto il premio Nico Garrone 2013.
Hanno lavorato per RadioTre Rai nella trasmissione Rombi tuoni scoppi scrosci tonfi boati, realizzata per il centenario del Futurismo italiano, in “Diari di guerra”, serie di letture realizzate per il centenario della Grande Guerra e “Io vado via” dai Diari degli archivi di Pieve Santo Stefano e DIMMI, Diari Multimedili Migranti . Nel 2014 Rai5 ha realizzato una trasmissione su di loro nel ciclo “Roma: la nuova drammaturgia”. Nel 2014 hanno partecipato come autori ed interpreti a “Ritratto di una capitale” – spettacolo/progetto speciale del Teatro di Roma al Teatro Argentina.
Sono attivi nella formazione da diversi anni a Roma e in Italia.

Posted in News and tagged , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *